Territorio

scarica visit

Scarica Visit Conegliano-Valdobbiadene 2014

L’area si trova in Veneto, a poco più di un’ora da Venezia, lungo l’anfiteatro naturale di colline che si apre tra Conegliano e Valdobbiadene, ed è situata a uguale distanza dalle Dolomiti e dall’Adriatico, combinazione che influenza positivamente il clima.

Il territorio è affascinante, grazie allo scenario suggestivo, fatto di versanti ripidi alternati a dolci declivi, su cui domina incontrastato il reticolo dei vigneti. Un paesaggio unico, la cui bellezza è testimoniata dalla volontà di candidare l’area a Patrimonio dell’Umanità (Unesco), percorso iniziato da qualche anno.

Oltre ad avere un paesaggio unico questa zona è anche ricca di attrattive storiche ed artistiche, di tante borgate e paesi disseminati qua e là, nei quali è piacevole smarrirsi alla ricerca delle tracce millenarie della presenza dell’uomo e della cultura delle genti. Queste sono terre di castelli antichi, di ville aristocratiche, di remoti monumenti, di edifici sacri e di antiche sorgenti termali. Conegliano, Vittorio Veneto, Valdobbiadene, Pieve di Soligo rappresentano ciascuna un piccolo scrigno di tesori naturali, artistici e architettonici da scoprire.

La gente di qui ama le proprie radici, ha mantenuto il gusto delle tradizioni ed il piacere dell’ospitalità e dell’incontro, insieme a quello per il cibo ed i prodotti tipici.

9

scarica la guida 2015

LA PRIMAVERA DEL CONEGLIANO-VALDOBBIADENE Prosecco Superiore:

Tra la primavera e l’estate ogni anno vi sono 15 appuntamenti enoturistici che accolgono turisti e visitatori con degustazioni, concerti, attività all’aperto e visite tra pievi e borghi antichi.
Per informazioni visita il sito www.primaveradelprosecco.it o consulta la guida .

FARRA DI SOLIGO:

ALTITUDINE: 163 m s.l.m.
SUPERFICIE: 28 km²
SUPERFICIE VIGNETI  ISCRITTI ALLA DOCG: 570 Ha
POPOLAZIONE RESIDENTE:  8.811

Farra di Soligo rappresenta uno dei comuni più importanti della Denominazione, il secondo per estensione dei vigneti, dove la coltivazione della vite ha maggiormente inciso il paesaggio dando origine a luoghi di grande fascino.

 Il territorio comprende anche le rive di Soligo e Col San Martino, località dove è stata creata la I Festa del vino, nel 1957, per valorizzare i migliori vini della denominazione.

Questo paese è ideale per un chi ama i soggiorni a contatto con la natura: vi si trovano infatti diverse strutture di accoglienza rurale, da cui si può partire alla scoperta di colline incontaminate disseminate di vigneti e punteggiate da antiche chiese e castelli di epoca medievale. Meritano una sosta in particolare le Torri di Credazzo, resti dell’antico Castello che dominava il feudo collinare, oltre alla cappella di San Vigilio e di San Lorenzo, costruite dopo l’anno Mille. Proprio la chiesetta di San Lorenzo riporta un’interessante pietra angolare, una delle cosiddette “piere dei mat” (pietre dei matti) che riportano misteriose incisioni, a cui una leggenda attribuisce il potere di far uscire di senno chiunque le tocchi.

SENTIERI ED ESCURSIONI:

fonti:

Primavera del Prosecco
Turismo Regione Veneto
Strada dei Vini dei colli Conegliano-Valdobbiadene
Consorzio di tutela del vino Conegliano Valdobbiadene Prosecco
Associazione Escursionismo Al Fazulo